Interbistas :: Valerio Fois

Valerio Fois

 

Sono stato assunto come elettricista addetto ai forni.

 

Il lavoro di elettricista

 

Il primo giorno di lavoro ho iniziato alle 14 e dovevo imparare a far funzionare il gruppo elettrogeno, quello che c’è attualmente a Corea, nel parcheggio del paese. Dopo due o tre mesi ho iniziato a lavorare in officina e ho rimodernato tutti gli impianti. Ho portato i cavi elettrici dalla centrale ai forni rotativi e ho modificato tutti gli impianti che c’erano all’interno, mi occupavo sia dei bruciatori che dei forni.

 

Dove è andato a finire il mio lavoro

 

Il forno a griglia si utilizzava al posto del forno rotativo: mettevano 400 kg di carbone coke e poi, dopo che il carbone era ardente, buttavano dentro il concentrato. Con un ferro si doveva punzonare il carbone affinché entrasse l’aria per ossidare il concentrato di antimonio (polvere nera). Con l’ossigeno si ossidava e assumeva un colore bianco. Successivamente passava sui forni a regolo e da lì diventava metallo per produrre il regolo a stella. Veniva analizzato per verificare la presenza di arsenico e di ferro. Se si riscontrava una eccessiva presenza di ferro si rifondeva nuovamente. Nella camera dei sacchi c’erano dei sacchi di lana che acquistavamo a Macomer. Nella camera dei sacchi del forno dello stibital una volta ci fu un incendio. Io sono andato a sbattere contro un muro, dalla quantità smisurata di fumo che c’era. Era fumo nero nero, pensavo fosse mancata la corrente, pensa un po’!

Dove c’è la cabina elettrica c’era un impianto alto 27 m., ma ora non c’è più. Quando arrivava il materiale da Manciano, dalla Bolivia, dal Canada  e  dall’Australia  veniva  scaricato  attraverso  una  tubazione che permetteva di far arrivare il concentrato nei silos (ormai non più presenti) per il forno rotativo. Era già flottato sotto forma di polvere nera. Nell’officina c’è ancora quello che resta del mio banco di lavoro.

Dei quadri elettrici che ho fatto è rimasto poco e niente. Guarda dove è andato a finire il mio lavoro; uno dei tanti che avevo fatto. A spagu de sabateri, legavo! Non ti sto dicendo bugie.


Sa mina de Su Suèrgiu in Biddesatu
Progetu "Sa mina de Su Suèrgiu in Biddesatu". Comunu de Biddesatu e Provìncia de Casteddu. Lei arregionali 26/97 - art. 13.